Come scegliere l’auto usata (ed evitare fregature)
Auto e motori

Come scegliere l’auto usata (ed evitare fregature)

Guida alla scelta dell’auto usata: come difendersi dalle fregature

Il mercato delle automobili usate a Lecce come a Milano segue delle logiche piuttosto comuni. Per scegliere il veicolo di seconda mano adatto alle proprie esigenze esistono delle linee guida molto utili cui fare affidamento, per evitare di incappare in fregature e compiere la propria scelta nel modo giusto.

Da chi comprare: più risparmi, più rischi

Il mercato delle auto usate è alimentato da tre tipologie di venditore: il privato, il rivenditore e la concessionaria.

La trattativa tra privati permette il più alto margine di risparmio e fornisce buone garanzie sulla possibilità che il contachilometri non sia stato manomesso, di contro espone a un maggior rischio d’acquisto poiché non offre alcuna garanzia.

L’acquisto effettuato tramite rivenditore, di solito, presenta una garanzia sull’acquisto, a fronte di un prezzo maggiorato rispetto alla trattativa tra privati. D’altra parte, molto dipende dalla serietà dell’agenzia cui ci si rivolge.

La concessionaria, infine, richiede il maggior esborso economico, ma è anche la soluzione più rassicurante e affidabile e quella con le più ampie garanzie di affidabilità.

Esaminare la vettura

La prima volta che esaminate l’auto che vi interessa è consigliabile che sia di giorno. La luce del sole vi aiuterà a individuare possibili ammaccature, graffi e difetti della carrozzeria. Meglio dare un’occhiata anche al cofano e fare attenzioni alla presenza di possibili saldature (segno che il veicolo potrebbe aver subito uno o più urti), quindi prestate attenzione anche all’interno dell’abitacolo, testando tutto ciò che c’è da testare: finestrini elettrici, navigatore, lettore CD o MP3, climatizzatore, ecc.

Il PRA e i documenti

Tramite internet e con pochi click (e pochi euro) è possibile richiedere la visura della targa PRA (Pubblico Registro Automobilistico), ottenendo così informazioni utilissime per scongiurare possibili fregature: dati tecnici dell’auto, dati anagrafici dell’intestatario, presenza di possibili ipoteche sul mezzo.

Prestate attenzione anche che i documenti siano in regola: il libretto di circolazione deve essere a norma con le revisioni (assicuratevi che ci siano gli adesivi che lo attestano) e deve essere presente anche il certificato di proprietà. Utile ma non indispensabile è il libretto che riporta lo storico dei tagliandi del veicolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

diciassette − undici =