Bici e moda: la Scrambler di Naturans.bike

Il fenomeno “scrambler” è nato attorno agli anni cinquanta in America, dove alcune motociclette stradali venivano accessoriate per percorrere le strade sterrate che collegavano i ranch alle vie di comunicazione principali. Letteralmente “to scramble” significa mischiare, appunto perché le modifiche apportate a quei mezzi di trasporto univano particolarità tecniche provenienti da mezzi destinati a usi differenti.

Naturans.bike, azienda artigianale affermata nel campo della realizzazione di telai in legno per bici, sfruttando l’esperienza off road maturata con le bici Gravel, raccoglie tale concetto di “mezzo destinato a molteplici usi” dando vita a nuovo modello di city bike denominato Scrambler.

Il telaio in legno, progettato al fine di esaltare il comfort di guida grazie alle capacità intrinseche di tale materiale di assorbire le micro-vibrazioni derivanti dal fondo stradale, viene così accessoriato con particolarità tecniche uniche – per una bici in legno – a livello mondiale: parafanghi, portapacchi, carter paracatena, freni a disco idraulici, fanali, copertoni tassellati, manubrio ampio, campanello elettronico. E inoltre: sella in cuoio Brooks, manopole in pelle.

Ne risulta una bici dal forte impatto estetico, che si presta magnificamente a percorrere le strade urbane, spesso caratterizzate da fondi non proprio perfetti, e che affronta con decisione eventuali passaggi in quegli sterrati che possono essere rappresentati da sentieri di parchi, giardini o, più in generale, zone verdi di periferia.

La Scrambler di Naturans.bike è una bici che strizza l’occhio alla moda, forte del suo aesthetic factor, ma rappresenta anche un oggetto di culto perché proveniente da quell alto artigianato italiano che il mondo ci invidia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

cinque × due =

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.