La rinoplastica è “smart”: oggi, anche in Italia è l’intervento facciale più popolare

Da oggi rifarsi il naso è diventato più semplice e più frequente, grazie all’utilizzo di nuove tecniche mini invasive che consentono un decorso post-operatorio sempre più breve, indolore e senza l’utilizzo di tamponi. Va però considerato l’aspetto più importante in assoluto: quello di rivolgersi ad uno specialista serio e di comprovata esperienza.

Direttore del reparto di Chirurgia Maxillo-Facciale dell’AOU Careggi di Firenze, il Dott. Giuseppe Spinelli è sicuramente in grado di proporre una soluzione ad hoc ad ogni richiesta, tenendo conto delle aspettative del paziente ma anche dell’aspetto deontologico della professione medica, che pone la salute al centro.

Come dimostrano le statistiche, rifarsi il naso è importante non solo per migliorare determinate caratteristiche della persona da un punto di vista morfologico-estetico e funzionale, ma anche e soprattutto per migliorare la qualità della vita del paziente nel suo rapporto con se stesso e con gli altri.

Per questo è fondamentale che chi pratica l’intervento sia un chirurgo esperto come il Dott. Spinelli, attento non solo ad un’esecuzione a regola d’arte e senza errori, ma che sia in grado di entrare nella psicologia del singolo e comprendere davvero le peculiari necessità di ognuno.

In tal caso, come rivela uno studio condotto negli Stati Uniti, dove la rinoplastica è il più popolare intervento di chirurgia estetica eseguito, un buon intervento di rinoplastica non solo ci fa percepire più belli ma anche più sani, ed eleva il nostro grado di successo personale. È ciò che affermano la John Hopkins University di Baltimora e anche il Dott. Giuseppe Spinelli, secondo il quale: “Mostrare con il viso le nostre emozioni comunica al mondo il nostro desiderio di amare”.

Anche in Italia oggi la rinoplastica sta diventando un trattamento estetico sempre più comune, grazie all’avanzamento delle tecniche che consentono di intervenire passando dall’interno delle narici e di praticare innesti autologhi che riducono il rischio di infezioni.Oltre a ciò, si registra anche un cambiamento di mentalità per cui rifarsi il naso è diventata un’operazione “smart”, ovvero senza dolore e con un decorso post-operatorio di soli pochi giorni.

Chi decide di rifarsi il naso per migliorare il proprio aspetto o per correggere taluni difetti di respirazione non deve più preoccuparsi di andare incontro ad un percorso terapeutico doloroso che include certi rischi, come in passato, ad esempio quello di non ottenere un risultato ottimale a seguito dell’intervento. Oggi non è più così e gli studi lo dimostrano; anzi, rifarsi il naso oggi significa prima di tutto elevare il proprio livello di autostima, dunque essere più vincenti nella vita e migliorare il proprio rapporto con gli altri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

10 + 11 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.