Trattamento dell’acufene e inibizione del rumore

Per trattare l’acufene, il medico tenterà innanzitutto di rilevare qualsiasi altra patologia non diagnosticata che possa essere correlata ai sintomi. Se l’acufene è dovuta ad una malattia infatti, lo specialista può adottare soluzioni che potrebbero ridurne gli effetti.

La rimozione dei tappi di cerume, ad esempio, può ridurre i sintomi del tinnito, così come il trattamento di disturbi vascolari non diagnosticati. Anche l’assunzione di determinati farmaci può essere causa di acufene, e per questo il medico potrebbe consigliare al paziente di interrompere o ridurre l’uso di quel farmaco, o cambiarlo con uno diverso.

In alcuni casi, la tecnologia può aiutare ad inibire il rumore, in modo che sia meno fastidioso. Il medico può raccomandare ad esempio l’uso di particolari dispositivi elettronici come i generatori di rumore bianco.

Questi dispositivi producono suoni ambientali simulati, come la pioggia battente o le onde del mare, e sono spesso un trattamento efficace per l’acufene. Potrebbe essere conveniente per il paziente il provare un generatore di rumore bianco dotato di altoparlanti con cuscino, per aiutarlo a dormire. Ventilatori, umidificatori, deumidificatori e aria condizionata in camera da letto possono anch’essi aiutare a coprire il rumore interno durante la notte.

In base ai diversi casi, per il trattamento dell’acufene possono rivelarsi utili anche degli apparecchi acustici, alcuni dei quali producono un suono a volume basso che inibisce i fastidi dell’acufene.

I farmaci non possono curare l’acufene, ma in alcuni casi possono aiutare a ridurre l’intensità dei sintomipercepiti dal paziente o delle complicanze. Ad ogni modo, come evidenziato anche sul sito www. acufeneclinic.it, è bene evitare di adottare rimedi individuali (che potrebbero anche avere l’effetto contrario) bensì è sempre preferibile rivolgersi ad un medico specialista il quale, a seguito di una attenta visita, saprà individuare il piano terapeutico più efficace per aiutare il paziente a superare i sintomi di questa patologia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

12 − 11 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.