Sulle scale mobili è meglio camminare o restare fermi?

Sono tante le persone che ritengono che il modo più veloce per snellire il trasporto sulle scale mobili sia rappresentato dal camminarvi sopra, lasciando un “corridoio” libero da un lato per le persone che desiderano muoversi e facendo in modo che i passeggeri che vogliono restare fermi rimangano tutti dall’altra parte, non ostacolandosi a vicenda.

Questa modalità di trasporto duale vanta sostenitori illustri, come ad esempio l’ex sindaco di New York Michael Bloomberg che in un’intervista di qualche tempo fa rilasciata alla BBC ha dichiarato di non restare mai fermo sulle scale mobili, ma di percorrere i gradini fino a destinazione.

In effetti, per chi desidera arrivare il prima possibile al piano desiderato, camminare sulla scala mobile significa praticamente raddoppiare la velocità di percorrenza; ma quanto a efficienza globale del trasporto, qual è l’effettivo vantaggio di muoversi a bordo di questi impianti?

Se l’è chiesto un team di ricercatori che ha condotto un esperimento confrontando il numero di passeggeri trasportato in un’ora su impianti in cui tutti rimanevano fermi con la capacità di movimentazione delle scale mobili in cui metà dei gradini erano occupata da persone in movimento e l’altra metà da soggetti immobili.

Il risultato è stato che gli impianti in cui nessuno camminava erano di gran lunga più efficienti rispetto agli altri, e questo per un motivo che è apparso subito chiaro: quando le persone stanno ferme occupano tutti o quasi i gradini, mentre chi cammina tiene una certa distanza da chi lo precede, facendo dunque restare dei gradini inutilizzati.

Come fare, dunque, a utilizzare una scala mobile nel migliore dei modi? Dal punto di vista dei gestori di questi impianti, per fare in modo che venga trasportato il maggior numero di persone tutti i passeggeri dovrebbero rimanere fermi. Invece, considerando le esigenze del singolo individuo, chi ha fretta dovrebbe assolutamente avere la possibilità di camminare: due necessità apparentemente inconciliabili!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

sette − tre =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.